news
audiogamma
Gli integrati Rotel Michi
Si chiamano X3 e X5 e si affiancano al pre P5 e ai finali S5 e M8

Negli anni '90 Rotel era un’azienda relativamente giovane, con due decadi di storia alle spalle e una solida reputazione, conquistata grazie a prodotti dall’eccellente rapporto qualità/prezzo. Proprio in quegli anni l’Hi-End cominciava a costare davvero troppo, con i marchi di maggiore blasone che sfornavano novità a prezzi spesso esorbitanti. Proprio in quel momento Rotel lanciò la Serie Michi sferrando un attacco frontale a quella produzione esotica, secondo il marchio giapponese eccessivamente cara rispetto al controvalore offerto, per dimostrare che l’Hi-End poteva ancora essere alla portata di molti. Gamma limitata fatta di pochi prodotti di altissima qualità, dove venivano impiegate soluzioni innovative. Anche il design era distintivo, essendo impreziosito da bellissimi pannelli laterali di sequoia in perfetto stile giapponese. Divenirono immediatamente dei best-buy, e sold-out nell’arco di poco tempo, essendo anche a tiratura limitata.
Sono passati 30 anni e la situazione di mercato è tutt’altro che migliorata, i prodotti considerati Hi-End costano sempre di più, e Rotel ha così deciso, circa un anno fa, di ripetere la coraggiosa operazione. Di nuovo Serie Michi, quindi, con un preamplificatore, il P5, e due finali, un mono, M8 e lo stereo S5. Oggi gli si accostano gli integrati X3 e X5 da rispettivamente 200W e 350W per canale su 8 ohm, ad arricchire una gamma che adesso può definirsi davvero completa. L’estetica è la stessa: alluminio e cristallo che prendono il posto del legno dei Michi originali, per un design distintivo e particolarmente attraente.
La realizzazione è ai massimi livelli, in Rotel hanno infatti dedicato una struttura produttiva esclusivamente ai Michi, che oltre a garantire la massima qualità in fase realizzativa, provvede a testare ogni macchina attraverso degli standard unici per il mercato Hi-Fi, e mutuati dal mondo militare.
L’architettura dei due integrati è completamente nuova e senza compromessi, progettata per fornire le massime prestazioni, senza alcuna incertezza e in modo continuo ed affidabile. Ogni singolo componente è stato appositamente selezionato dopo lunghe sessioni di ascolto da parte di un team di ingegneri dedicato, e quando non si sono trovati i risultati sperati, la realizzazione del singolo elemento è stata commissionata ad-hoc, come i trasformatori toroidali montati in appositi involucri riempiti di resina epossidica per garantire il massimo smorzamento, o i condensatori di alimentazione ad alta efficienza slit-foil, realizzati e brevettati in UK. Michi X3 e Michi X5 sono dotati di display OLED ad alta risoluzione sul pannello frontale, per le funzioni e il volume.
Il parco ingressi per entrambi è estremamente ampio, tra analogici e digitali, XLR e RCA, USB, ottico, coassiale, phono MM per Michi X3 e MM/MC per Michi X5, e Bluetooth aptX, con la sola differenza di 4 ingressi RCA su Rotel Michi X5 e 3 su Rotel Michi X3. Presente poi un’uscita pre-out e due sub (RCA). Per il controllo sono presenti IR, RS232 ed Ethernet.
Il DAC interno è lo stesso del preamplificatore Michi P5, adotta chip doppi AKM 4497 a 32 bit, con supporto fino a 32/384 e MQA (Master Quality Authenticated).
I circuiti di preamplificazione sono in classe A, con stadi di alimentazione a rami separati ma con diverse architetture. Mentre, infatti, Michi X5 è dual-mono a partire dai trasformatori, Michi X3 di trasformatore ne ha uno solo, come singolo è lo stadio di filtraggio, e solo dopo la configurazione diventa dual-mono. I condensatori sono per entrambe i modelli a basso ESR, in modo da minimizzare il ripple e quindi il rumore, e fornire la necessaria gamma dinamica ai circuiti che alimentano. Altra differenza tra X3 e X5 i transistor finali, che sono gli stessi adottati nei modelli Michi M8 e Michi S5, ma in numero minore. Ovviamente classe AB, come nella migliore tradizione Rotel, con 16 elementi per X5 e 8 per X3.

Michi X3 e Michi X5 saranno disponibili dalla fine del mese di Gennaio.

Caratteristiche tecniche

Michi X3
Potenza di uscita: 200/350W canale su 8/4 ohm
Fattore di smorzamento: 350
Distorsione armonica totale: <0,008%
Distorsione di intermodulazione: <0,03%
Risposta in frequenza: 10Hz-100kHz (+/-0,3dB)
Rapporto S/R (pesato A) phono/linea: 80dB/102dB
Sensibilità phono MM: 5,2mV
Sensibilità ingresso linea XLR/RCA: 540mV/340mV
Impedenza di ingresso RCA/XLR: 100kohm
Sovraccarico ingresso RCA/XLR: 60mV
Livello di uscita RCA/XLR: 1,9V
Dimensioni: 485x150x452mm
Alimentazione: 230CA/50Hz
Assorbimento: 500W
BTU: 1303 BTU/h
Peso: 28,9kg

Michi X5
Potenza di uscita: 350W/600 canale su 8/4 ohm
Fattore di smorzamento: 350
Distorsione armonica totale: <0,009%
Distorsione di intermodulazione: <0,03%
Risposta in frequenza: 10Hz-100kHz (+/-0,3dB)
Rapporto S/R (pesato A) phono/linea: 80dB/102dB
Sensibilità phono MM/MC: 5,2/0,22mV
Sensibilità ingresso linea XLR/RCA: 540mV/340mV
Impedenza di ingresso RCA/XLR: 47/100kohm
Sovraccarico ingresso RCA/XLR: 12,5mV
Livello di uscita RCA/XLR: 1,2V
Dimensioni: 485x150x452mm
Alimentazione: 230CA/50Hz
Assorbimento: 850W
BTU: 2194 BTU/h
Peso: 43,8kg

Prezzi
Rotel Michi X3 4.900 Euro
Rotel Michi X5 6.900 Euro


Registrati alla nostra nuova Newsletter

Torna all'elenco notizie


    Immagini   |   Video   |   PDF
audiogamma




© Audiogamma spa - Via Pietro Calvi 16, 20129 Milano - Italy - Tel. +39 02 55181610 - Fax +39 02 55181961
P.IVA 04866230156 - Privacy - Uso del sito